Home

12396871-bandiera-della-repubblica-democratica-del-congo-close-up

Mentre sono iniziati a Kampala i colloqui tra governo e ribellione, i partiti dell’opposizione Congolese dichiarano che non riconosceranno l’iniziativa.

“Esigiamo un dialogo nazionale che comprenda i rappresentanti della maggioranza, dell’opposizione, del ARC-M23 e della società civile sotto il monitoraggio della Comunità Internazionale. Solo soluzioni politiche e diplomatiche possono porre fine alla crisi.” , dichiara il Presidente del gruppo parlamentare dell’opposizione che comprende il MLC (Movimento di Liberazione de Congo), UNC (Unione per la Nazione Congolese), UDPS (Unione per lo Sviluppo e il Progresso Sociale il partito di Etienne Tshisekedi) e i Liberali Socialdemocratici.

Nella dichiarazione resa pubblica sabato 8 dicembre 2012 i parlamentari sostengono che i colloqui che si stanno svolgendo a Kampala non hanno alcuna base giuridica e sono anticostituzionali. Rimproverano al Governo di non aver messo all’ordine del giorno di questo incontro le rivendicazioni politiche dell’opposizione.
A questa presa di posizione i rappresentanti dell’Assemblea Nazionale, del Senato e della società civile cattolica hanno prudentemente sottolineato che partecipano alla delegazione del Governo solo in veste di osservatori e testimoni.

La dichiarazione pubblica sembra sancire il risveglio dell’opposizione nel paese dopo la sconfitta subita tra il dicembre 2011 e il gennaio 2012 quando tentò di far invalidare le elezioni presidenziali a causa delle innumerevoli frodi riscontrate a livello internazionale e ai recenti tentativi di far dimettere il Capo di Stato per non avere saputo difendere l’est del paese dalla ribellione del ARC-M23

La posizione politica dell’opposizione rappresenta un ostacolo alla strategia del Governo di Kinshasa che prevedeva di isolare la ribellione e confinare i colloqui su questioni tecniche di integrazione militare evitando un confronto politico a livello nazionale che metterebbe in dubbio la sua legittimità e quella del Capo di Stato.

Nel comunicato pubblicato dall’opposizione questo confronto politico viene considerato di vitale importanza e viene riconosciuto il ruolo politico del Movimento 23 Marzo a livello nazionale.
L’intervento dell’opposizione rappresenta una vittoria politica per la ribellione che dalla presa di Goma ha trasformato le sue rivendicazioni da corporative a nazionali con l’obiettivo di raccogliere la simpatia della popolazione e dei partiti di opposizione, facendo proprie rivendicazioni politiche condivise da tutto il paese dopo le frodi elettorali del Novembre 2011 e l’assenza di pace e sviluppo.

La necessità di un dialogo nazionale espressa dall’opposizione sarebbe in linea con il desiderio della Comunità Internazionale di una soluzione politica e diplomatica del conflitto. La sua attuazione é resa impellente dall’aggravarsi della sicurezza dei civili. Fonti locali riportano che l’esercito regolare, non pagato da mesi, con la forza e l’intidimidazione sta imponendo ai contandini del Nord Kivu e Sud Kivu una tassa di protezione: una capara e una cassa di birra. La notizia é stata confermata anche dalla giornalista belga Colette Braekman. Nei territori controllati dal ARC-M23 la ribellione procede alla raccolta delle tasse al posto del Governo.

Il Movimento 23 Marzo ha ora la possibilità di uscire dall’isolamento da lui stesso creato attraverso l’uso della violenza e divenire una importante realtà nazionale. Questo traguardo, a cui la stessa ribellione aspira, dovrà necessariamente passare attraverso l’abbandono della lotta armata, l’inserimento nel contesto democratico del Congo e l’assunzione di responsabilità se verranno confermati i sospetti di crimini di guerra compiuti durante il conflitto. Un passaggio doloroso, difficile ma necessario che potrà realizzarsi se sia la ribellione che l’esercito regolare desisteranno dalla tentazione di risolvere la crisi attraverso la ripresa del conflitto.

Fulvio Beltrami
Kampala Uganda.
Reporter dall’Africa per L’Indro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...