Home

Immagine

Gentile Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge,

Mi permetto di scriverle questa breve lettera aperta sulla trasmissione di RAI Uno Mission, che come Lei saprà é stata etichettata Pornografia Umanitaria.

Rimangono sorpreso nel leggere la sua dichiarazione in merito pubblicata su TvBlog.it : “Non do giudizi sulla trasmissione, ma qualunque strumento di comunicazione va bene per far conoscere una realtà, sempre nel limite del rispetto della persona. Bisogna rispettare lo stato giuridico di una persona. Stiamo parlando di profughi e voi sapete chi è un profugo. Le campagne di conoscenza possono e devono essere fatte ma devono tener conto delle persone.”

“Il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge ha scelto la strada della diplomazia, rilasciando una dichiarazione cauta”, recita l’articolo di TvBlog.it

Posso comprendere che come Ministro Lei sia tenuta alla diplomazia ma in questo caso le dichiarazioni caute rischiano di favorire questo Reality Show, giá giudicato dal grande pubblico meno ignorante di quanto qualcuno sperava.

Il Congo, di cui entrambi condividiamo l’amore per questo meraviglioso paese, si é felicitato al momento della sua nomina a Ministro nel Governo Italiano. Io pure.

Quindi non comprendo come Lei possa affermare che qualunque strumento di comunicazione va bene per far conoscere una realtà, sempre nel limite del rispetto della persona.

Gentile Ministro Cécile Kyenge, Mission non ha tenuto in conto le persone se non quelle famose, profumate, con il sorriso accativante e gli occhiali di marca.

Per poter girare la puntata di Mission in Congo, non hanno esitato a evitare l’accredito stampa presso il competente Ministero a Kinshasa, ottenendo un documentino da un funzionario periferico di Bunia, impedendo che il Governo Congolese fosse a conoscenza della trasmissione. Purtroppo entrambi conosciamo quali metodi si utilizzano per avere dei “documentini” in Congo…

Hanno organizzato un set cinematografico in un villaggio probabilmente a Goma e non a Doruma, come sostengono i suoi connazionali che vivono in Uganda dopo aver visionato il video pubblicato da African Voices.

I promotori non hanno esitato un solo istante a stuprare i sfollati congolesi, imprigionando il loro dolore su una pellicola da mettere all’asta, peggio dei ribelli del M23 o i genocidari ruandesi del FDLR che almeno non distruggono assieme al corpo anche l’anima delle loro vittime.

La Paola Barale si scandalizza della Mamá che prepara il cibo con le mani e urla: “Ma che é pazza? Mette le mani nell’acqua bollente!” trattando da selvaggia negra non solo la Mamá vestita con il pagne ma un’intera popolazione: la nostra.

A differenza di Lei, i congolesi della diaspora in Uganda non ha usato toni diplomatici dopo aver visionato il video, bollandolo come un insulto razzista tipico dei Wasungu e sputando in terra come segno di rabbioso disprezzo.

Spero che Lei possa concordare con i suoi compatrioti dopo che vedrà la puntata sui finti profughi bianchi Barale e il Principino Filippo, decidendo di essere meno cauta. Non abbia paura di infrangere equilibri di una politica italiana malata quanto quella di Kinshasa. Una sua presa di posizione é un atto dovuto al suo, nostro Popolo.

Rimane comunque intatta tutta la mia stima per il suo operato politico a favore  dell’integrazione dei popoli, incoraggiandola a continuare nella giusta strada intrapresa anche se a volte sarà costretta ad abbandonare la diplomazia per la vittoria dei principi.

Distinti Saluti.

Fulvio Beltrami

Giornalista Freelance

Kampala Uganda

Advertisements

2 thoughts on “Mission. Lettera aperta al Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...